Anche il nostro Carnevale tra i collaboratori della mostra di Yuval Avital ai Musei di Reggio

L'esposizione sarà visitabile fino al 24 luglio

Data di pubblicazione:
13 Giugno 2022
Anche il nostro Carnevale tra i collaboratori della mostra di Yuval Avital ai Musei di Reggio

C’è anche il Carnevale Alcastlein tra i collaboratori della mostra "Anatomie squisite" dell’artista Yuval Avital. 
L’esposizione è stata inaugurata giovedì 9 giugno al Palazzo dei Musei (Via Spallanzani, 1 RE) nell'ambito de "Il Bestiario della Terra", progetto del Reggio Parma Festival.

Avital con Il Bestiario della Terra si immerge in un'indagine anticonvenzionale sul senso di incompletezza avvertito dall’uomo, sentimento che si trasforma in una spinta propulsiva a ricercare e scoprire le pieghe più recondite dell’Io, in un’ibridazione o contaminazione con l'animale annidato in ciascuno di noi. Dove finisce dunque l’umanità e dove inizia la bestialità? Dove si nasconde, e soprattutto chi è, il mostro?

A partire dalla riflessione di Avital sull’Uomo-Animale, sull’anatomia, sul Corpo e sugli Organi, la mostra propone un viaggio inedito negli spazi di Palazzo dei Musei alla scoperta delle sue anatomie squisite. L’allestimento della mostra prevede continui rimandi e contaminazioni tra opere d’arte, animali mummificati, reperti archeologici e manufatti antichi o comuni. Anatomie squisite, infatti, è creata in stretto dialogo tematico e suggestivo con le collezioni di Palazzo dei Musei (includendo oggetti conservati nei magazzini e solitamente non esposti al pubblico) e in particolare con la celebre Collezione Spallanzani, una delle fonti di ispirazione principali del Bestiario della Terra, con le sue creature reali o assemblate.

Il cuore della mostra sono i Cadavres exquis (termine coniato nella Francia del primo dopoguerra, nel contesto dei salotti surrealisti) esseri ibridi, metà animali, metà umani o assemblaggi di più animali che spaventavano – ma in fondo affascinavano notevolmente – l’immaginario collettivo uscendo dal modello umano.
L’artista, come nei giochi letterari e pittorici surrealisti, dà voce al suo inconscio e alla sua immaginazione plasmando creature ibride e fantastiche dai colori spesso vivaci e contrastanti, a volte sospese nel vuoto, altre inserite in stranianti ambientazioni.
I maestri della cartapesta di Castelnovo di Sotto sono stati chiamati da Avital alla rappresentazione, proprio in cartapesta, di uno dei suoi "Cadavres exquis".

Alla presentazione hanno partecipato, insieme al presidente dell'associazione Al Castlein, Mario Mattioli, anche Roberto De Simoni, Vittorio Bartoli, Alex Cavandoli, Silvano Setti, Ciro Formisano, Paolo Caggiati, Fabrizio Giovanardi, Fabio Adonizio, Maria Paola Cabrini, e il sindaco Francesco Monica.

La mostra sarà visitabile fino al 24 luglio ai Musei di Reggio. Orari di apertura: venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18 (giugno); mercoledì 21-23, venerdì e sabato 10- 13 e 21-23, domenica 10-13 (luglio).

Ultimo aggiornamento

Lunedi 13 Giugno 2022