Covid-19 - Nei locali dei poliambulatori di via Conciliazione nasce l'ambulatorio per visitare in sicurezza i casi sospetti

Data:
24 Marzo 2020

Ambulatorio Covid a Castelnovo Sotto. Si accede soltanto su prenotazione. Sicurezza garantita da rigorosi protocolli.
I locali fino ad oggi dedicati alla neuropsichiatria infantile dei Poliambulatori di via Conciliazione 16, sono stati adibiti ad ambulatorio Covid. Così come è avvenuto in altre realtà del Distretto Sanitario di Reggio Emilia (Case della salute di Puianello e Reggio Ovest), anche Castelnovo Sotto farà la sua parte nella lotta alla diffusione del Coronavirus grazie alla struttura Ausl presente sul territorio, nella quale, a fine maggio, avrebbero dovuto iniziare i lavori di ristrutturazione per la realizzazione della Casa della Salute.
Venerdì scorso il sindaco Francesco Monica, insieme gli esperti dell'Ausl, ha effettuato un sopralluogo ai locali per valutare i percorsi di accesso e assicurasi che questi avvengano in totale sicurezza sia per i cittadini, che per il personale sanitario e i pazienti.
L'ingresso dell'ambulatorio Covid non avverrà dalla porta principale, ma da un ingresso laterale. Inoltre, nel parcheggio di fronte all'ingresso dedicato, grazie alla collocazione di transenne, sono state riservate alcune zone di sosta a coloro che dovranno servirsi dell'ambulatorio.
Al servizio non si accede direttamente, ma soltanto attraverso un appuntamento che verrà prenotato dai medici di base. Un ambulatorio del genere offre maggiore protezione sia ai pazienti che ai medici, attraverso l'applicazione di rigorosi protocolli di sicurezza. Al suo interno viene effettuato un prime screening (non vengono effettuati tamponi) con l'obiettivo consentire al medico di valutare lo stato di salute del paziente e indirizzarlo alle cure più adeguate.
La presenza dell'ambulatorio dedicato è molto importante ed è a servizio delle comunità dei territori limitrofi. Fino ad oggi infatti coloro che presentano sintomi da Coronavirus chiamano il 118, il loro medico di base o il numero verde nazionale. D'ora in poi i pazienti ad alto rischio di COVID19 potranno accedere al servizio attraverso una prenotazione effettuabile unicamente dal loro medico curante.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 09 Luglio 2020