Chiesa della Beata Vergine della Misericordia (Chiesa della Madonna)

Data:
29 Gennaio 2020

P.zza Prampolini.  - 42024 Castelnovo di Sotto

Nel 1555, al posto del vecchio oratorio andato distrutto, la Confraternita della Misericordia, costituita in Castelnovo dal 1270, avvia una nuova costruzione dedicata alla Natività della Beata Vergine.
La costruzione dell'oratorio, divenuto in seguito la chiesa odierna, termina nel 1598.
All'interno della chiesa operano, all'inizio del 1600, i maggiori artisti italiani del tempo: Lorenzo Franchini (Madonna del Rosario, 1602), Palma il Giovane (La Crocifissione, 1614), Lionello Spada (Natività della Vergine, 1616).
Tra la fine del 1600 e l'inizio del 1700 quattro dei sette altari si arricchiscono di paliotti in scagliola policroma.
Nel 1806, a seguito del terremoto, si provvede all’innalzamento del fronte della facciata.
L'attuale decorazione pittorica sulla facciata, attribuita allo scenografo reggiano Cesare Cervi, risale al 1869.
A quest'epoca risalgono anche i tre piccoli pilastri sulla cima del frontone.
La facciata è ripartita in due ordini sovraesposti: ionico e corinzio, con paraste e cornici sagomate e sporgenti.
Il largo impiego d'elementi convenzionali quali ghirlande, nicchie, mensole e finto parametro, ha permesso ugualmente di ottenere una decorazione nell’insieme ben strutturata e armoniosa.
Notevole, all'ingresso dell'attuale Via Gramsci, è l'effetto del finto atrio d'accesso in contrapposizione con la parte superiore alleggerita dalla finestra già esistente e dalle finte nicchie.
Il punto di vista prospettico spostato verso destra valorizza la funzione di cannocchiale ottico.
L’Amministrazione Comunale di Castelnovo Sotto è proprietaria della "Chiesa della Madonna",
Dalla metà degli anni novanta la chiesa è cornice di diverse iniziative culturali, quali mostre, esposizioni e presentazioni di libri, promosse dall'Amministrazione Comunale.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 04 Giugno 2020